Associazione Generale Cooperative Italiane - Regionale Emilia Romagna
default logo

Approvate dalla Regione Emilia-Romagna le linee guida sull’affidamento dei servizi alla Cooperazione Sociale

Approvate dalla Regione Emilia-Romagna le linee guida sull’affidamento dei servizi alla Cooperazione Sociale

fotonews7-2016

Sono state pubblicate sul BUR n. 202 del 07/07/2016 le linee guida sulle procedure di affidamento ed erogazione dei servizi nel rapporto fra Pubblica amministrazione e cooperative sociali e loro consorzi, destinate agli enti territoriali, ai relativi enti ed aziende strumentali, agli operatori economici.

Il 17 luglio 2014 l’Assemblea legislativa ha approvato la Legge regionale n.12: “Norme per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale. Abrogazione della legge regionale 4 febbraio 1994 n.7 “Norme per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale. Attuazione della legge 8 novembre 1991,n.381”.

Si tratta di una legge innovativa che recepisce i cambiamenti avvenuti in questi ultimi vent’anni, che hanno visto aumentare il protagonismo e il ruolo della cooperazione sociale in Emilia-Romagna.

Il primo atto di attuazione di questa legge è stato la costituzione della Commissione Consultiva sulla Cooperazione Sociale, la quale, nella prima seduta, ha deciso che fra le priorità di lavoro ci fosse un approfondimento sulle modalità di relazione/rapporto tra pubblico e privato sociale con particolare riferimento al tema degli appalti. A tale proposito si è costituito un gruppo di lavoro composto da funzionari degli Enti Locali, della Cooperazione Sociale e dei Servizi Regionali affiancati da esperti giuridici di settore per la definizione di specifiche Linee guida sulle procedure di affidamento ed erogazione dei servizi nel rapporto fra Pubblica amministrazione e cooperative sociali e loro consorzi, destinate agli enti territoriali, ai relativi enti ed aziende strumentali, agli operatori economici.

Nella redazione di queste linee guida, il gruppo si è avvalso sia di documenti di approfondimento redatti dai professori Sofia Bandini e Alceste Santuari e dall’avvocato Luciano Gallo, sia dell’analisi di protocolli, determinazioni e studi concernenti gli affidamenti e le concessioni prodotti dagli Enti Locali dell’Emilia-Romagna e da Istituzioni europee.

L’obiettivo della Commissione regionale della cooperazione sociale che ha promosso il lavoro, in coerenza alla legge regionale n.12 del 17 luglio 2014 sulla cooperazione sociale è stato quello di fornire maggiori strumenti alle Pubbliche Amministrazioni in coerenza con lo spirito della legge.

Nei prossimi mesi saranno organizzati dalla Commissione regionale della cooperazione sociale incontri territoriali per illustrare e valorizzare le linee guida con una ricaduta pratica nella gestione quotidiana dei bandi di gara.